Pico Basket 1971 Mirandola
Pico basket home    Pico basket 1971 Mirandola    storia    Pico basket 1971 Mirandola    squadre    Pico basket 1971 Mirandola    galleria    Pico basket 1971 Mirandola    guestbook    Pico basket 1971 Mirandola    contatti    Pico basket 1971 Mirandola    link    Pico Basket
Immagine Pico basket 1971 Mirandola Immagine Pico basket 1971 Mirandola
Scopri le squadre   Lascia un commento   Vedi le foto
Pico Basket 1971 MirandolaCategorie


Pico Basket 1971 MirandolaStorico News
  ti trovi in News > 180 Buoni motivi
Pico Basket 1971 MirandolaNews

180 Buoni motivi
SCRITTO DA pico basket 1971 IL 2 Agosto 2009   -   pubblicato in news

180 Buoni motivi

Sono tanti i buoni motivi che spingono i genitori a  seguire i propri figli, passo a passo nella loro crescita. Tutti i genitori vorrebbero che il proprio figlio riuscisse bene nella propria vita, senza affanni, senza delusioni, senza dolore. E’ giusto e sacrosanto che sia così. Il percorso che ciascuno di noi ha affrontato nella vita probabilmente non è stato esente da difficoltà, anche se la generazione dei genitori di oggi ha affrontato difficoltà decisamente meno impegnative rispetto alla generazione uscita dalla guerra.

Nonostante ciò sembra che molti ritengano di avere buoni motivi per lamentarsi della scuola, degli insegnanti, degli allenatori, dei catechisti o dei dirigenti di una società sportiva, perché nessuno di questi sembra avere sufficientemente a cuore la crescita del figlio per il quale sarebbero disposti a fare carte false pur di vederlo felice e vincente. Per non parlare di chi ama lamentarsi dei politici. Troppo facile.

E’ sicuramente vero che per veder crescere nel fisico, nel carattere, nella capacità di sacrificio e nella capacità di apprezzare l’altro, anche lo sport può giocare un ruolo importante; non unico, non decisivo, ma con una sua valenza educativa unanimemente riconosciuta. E nella società attuale dove è sempre più difficile vedere i bambini e i ragazzi riunirsi per fare qualcosa insieme, pensiamo sia una buona opportunità anche per i genitori fare qualcosa perché i figli riescano ad avere il necessario per giocare e divertirsi con i propri coetanei.

I genitori che dirigono la società lo fanno nel loro tempo libero; mentre seguono il proprio figlio fanno del loro meglio per organizzare l’attività anche per gli altri coetanei. Basta un solo buon motivo per farlo: voler seguire il proprio figlio.E’ un invito rivolto a tutti: ciascuno potrà portare le proprie competenze e metterle a disposizione degli altri. Vi aspettiamo! 

(come Marco Dondi che è bravo a fotografare, vedi sopra e vai alla galleria per le altre foto)

Pico Basket 1971